logo

Porta Imperiale, 3

32032 Feltre (BL)

P. IVA 00824670251

C. F. 82002850251

Martedì 17:30 - 19:00

Venerdì 17:30 - 19:00

Sabato 17:30 - 19:00*

*dal 04/12/2021 al 09/04/2022

Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (CNSAS)
Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi
logo

Porta Imperiale, 3

32032 Feltre (BL)

Martedì

17:30 - 19:00

Venerdì

17:30 - 19:00

Sabato

17:30 - 19:00*

*dal 04/12/2021 al 09/04/2022

feltre@cai.it

0439 81140

Seguici anche su:

Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (CNSAS)
Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi

Trekking sul Gargano

Il Gruppo Escursionismo Over 60 organizza una settimana sul Gargano dal 21 al 28 maggio  2022.

Programma

PER SICUREZZA: INDOSSARE MASCHERINA, TENERE COMPORTAMENTO ADEGUATO, PORTARSI GEL IGENIZZANTE, E ASSOLUTAMENTE AVERE IL GREEN PASS RAFFORZATO (3 VACCINAZIONI).

1° giorno Partenza con autocorriera da S.Giustina (piazza fianco Municipio) ore 6,00; fermata a Feltre( Prà del Moro) ore 6,15; fermata a Cornuda (fronte negozio Marca Service) ore 6,45. 

Prima sosta per servizi e caffè prima di Bologna; seconda sosta per pranzo veloce con rinfresco da noi organizzato, prima di Pescara. Porteremo anche acqua per il viaggio. Arrivo previsto a Peschici all’Hotel Sirena per le 18,30. Qui soggiorniamo per tutte le 7 notti. Assegnazione alloggi e presentazione della ns. guida e del programma trekking. In hotel avremo la pensione completa, bevande incluse (nei giorni delle escursioni, avremo il cestino da viaggio per il mezzogiorno).

2° giorno Prima escursione La “Foresta Umbra”.

La Foresta Umbra è tra le più estese formazioni di latifoglie d’ Italia ed una delle più grandi d’Europa. Essa ha una superficie di circa 10.500 ettari ed occupa la parte nord orientale del Promontorio del GarganoItinerario :Baracconi, Sorgente di Sfilzi, Casino di Caritate. Percorso ad anello in uno dei sentieri più belli della Foresta Umbra, si snoda lungo la valle della Carpinosa, su strada sterrata di servizio della forestale!

  • Dislivelli: 800/419/200 m.
  • Percorso di 12 km circa
  • DIFFICOLTÀ: T turistico

Se tempo a disposizione, nel pomeriggio, visita turistica al Centro Storico di Vico e all’antico Trappeto Maratea; trasferimento in autobus all’Hotel Sirena.

3° giorno Seconda escursione “Le Isole Tremiti”

Nota Bene : l’escursione alle Isole può essere spostata a seconda della situazione meteo e del mare.

La storia delle isole è strettamente legata al mito di Diomede, uno dei celebri eroi Omerici che partecipò all’epica guerra di Troia. L’ eroe nel suo peregrinare nel mare Adriatico si fermò nella Daunia, dove fondò diversi centri, ma la sua vita ebbe fine nell’arcipelago delle Tremiti. La dea Venere trasformò i suoi compagni in uccelli: le Diomedee; uccelli, dalla grande apertura alare, che ogni primavera lasciano l’Africa Orientale per raggiungere l’Adriatico e nidificare sulle pareti a strapiombo della costa di queste isole. Il loro canto, particolarmente udibile nelle ore notturne, viene associato al lamento dei compagni di Diomede che piangono la perdita del loro eroe. Dal punto di vista artistico e storico San Nicola è la più importante delle isole Tremiti ed è stata abitata fin dalla preistoria). Qui ha sede il complesso abbaziale di Santa Maria a Mare (sec. XI). Questa abbazia cattolica, molto suggestiva nella imponente complessità della sua struttura architettonica, fu costruita dai Monaci Benedettini.

Partenza dal porto di Peschici per le Isole Tremiti. Sbarco Isola San Nicola e visita turistica dell’isola (fortezza, Abbazia Santa Maria a mare, colonia penale, tomba di Diomede, necropoli), TREKKING FINO ALLA PUNTA DELL’ISOLA Giro in motobarca dell’intero arcipelago con visita alle grotte marine Partenza dalle Isole Tremiti e rientro in hotel.

4°giorno Terza escursione Le torri saracene, i graffiti e la macchia mediterranea

Il percorso si svolge nel territorio di confine tra Peschici e Vieste, caratterizzato dai profumi della macchia mediterranea e dei pini d’Aleppo. Lungo il tragitto si farà tappa al “Riparo Sfinalicchio”, senza dubbio, la migliore e più articolata espressione di arte parietale graffita e incisa, attualmente conosciuta, in Italia meridionale. Proseguendo in direzione della strada, si arriva nei pressi della baia di Sfinale, suggestiva insenatura delimitata sul lato sinistro da una torre di forma quadrata detta “Torre di Sfinale”,
facente parte del sistema di torri di avvistamento e difesa dislocate lungo la costa. Le torri furono costruite intorno alla metà del 1500 e sorsero in posizioni emergenti. 
Alla fine del percorso tappa in un’azienda agricola per uno stop lunch con degustazione dei prodotti tipici. 
  • Durata percorso circa 4 ore , 8 Km
  • Difficoltà : T (turistico)

5° giorno Quarta escursione Le gole del Romondato

 
Il torrente Romondato è uno dei patrimoni naturalistici di maggior rilievo del Gargano, si sviluppa nei territori di Vico del Gargano e Ischitella.
  • Difficoltà: T/E turistico escursionistica
  • Lunghezza: 11/12 km
  • Durata: 5 ore circa
  • Dislivelli: 600/100 m.

6° giorno Quinta escursione Itinerario costiero La costa dei trabucchi e delle torri di avvistamento

Partenza dalla baia di Sfinalicchio
 
La proposta di questo itinerario lungo la “COSTA dei TRABUCCHI” mira alla valorizzazione di alcuni elementi tipici dell’affascinante costa Garganica: i Trabucchi, le Torri di avvistamento, i costoni rocciosi, le grotte marine e le baie, la vegetazione ricca di Macchia Mediterranea, integrata da Euforbie e Pini d’ Aleppo. Per decisione del Vicerè di Napoli, don Pietro di Toledo, lungo le coste dell’Italia Meridionale, a difesa del territorio, furono edificate una serie di piccole fortificazioni e torri di avvistamento. Nel tratto di costa fra Vieste e Peschici è caratterizzato dalla presenza dei TRABUCCHI, poderose macchine da pesca protese sul mare.
  • DIFFICOLTÀ: T / E turistico / escursionistico. Percorso circa 10 Km.

7° giorno Sesta escursione I laghi della Foresta Umbra.

Dove la foresta perde la sua linearità e predominano le doline (alcune piene di acque meteoriche), utilizzate dai pastori per abbeverare gli animali al pascolo e la fauna selvatica, oggi chiamati laghetti.
  • Dislivelli: 800/450 m.
  • Difficoltà: T turistico
  • Lunghezza circa 13 Km
  • Durata: 5 ore circa

8° giorno Partenza ore 9,30 circa per rientro a casa, previsto per le 21,30 circa a S.Giustina (ultima fermata).

COSTO TOTALE PER PARTECIPANTE : € 670 IN CAMERA DOPPIA, € 810 IN CAMERA SINGOLA
 
Coordinatore: Paolo Pasqualetti con il supporto delle guide locali
 
I commenti sono chiusi